News & Media

Partnership e collaborazioni: come fare rete con la grande distribuzione e quali linee seguire?

Intervista a Federico Sargenti – CEO Supermercato24

Federico Sargenti Federico Sargenti,
CEO di Supermercato24
interverrà al prossimo Forum Retail nella sessione:
Il Retail 2025: la visione dei Leader e degli innovatori
 nella Tavola Rotonda:
La grande catena non basta più? City-format e ibridazione dettano le nuove regole della GDO?​

 

 

  1. Su quali asset si muoverà la competizione del retail nei prossimi 5 anni? Quali sono i temi e le priorità che nel 2020 saranno basilari per la tua azienda?

La competizione verterà principalmente sulla capacità dei player di riuscire a servire coerentemente uno use case specifico: tutte le leve della value proposition dovranno essere allineate alla tipologia di servizio che si vuole offrire al cliente. Sarà fondamentale non solo raggiungere i clienti, ma anche farli affezionare al marchio e riuscire a mantenere vivo il dialogo con loro in ogni momento: questo  sarà un vantaggio competitivo determinante e differenziante.
Nel 2020 sarà strategico per noi essere riconosciuti come un canale addizionale di contatto con il cliente, offrendo un’esperienza multicanale e multipiattaforma e continuando a migliorare l’integrazione tra fisico e virtuale: in questo, la collaborazione con i nostri partner dovrà essere sempre più profonda e puntuale. Il secondo aspetto fondamentale su cui far leva è la gestione del dato, un asset che ci permetterà di individuare tutte le opportunità di miglioramento e, al tempo stesso, di continuare ad offrire ai partner i vantaggi che contraddistinguono il nostro servizio in maniera sempre più puntuale.

2. Come il digitale sta trasformando le nostre abitudini di acquisto e quali sono i modelli che rispondono alle esigenze del consumatore di oggi?

Non c’è un modello specifico per tutte le esigenze, ne esistono una pluralità: sicuramente, le esigenze di velocità e comodità sono i principali need a cui rispondere. Ma non solo, perché le abitudini di acquisto stanno cambiando in modo molto più profondo di quanto ci si possa aspettare: inizialmente si pensava che il consumatore fosse semplicemente focalizzato e attratto da una diversa modalità di servizio, ma la realtà è che anche nel comporre il proprio carrello vediamo dei comportamenti molto diversi. Un esempio su tutti è la bassa propensione al discovery di prodotti e store nel mondo online, dove, per contro, ad essere dominante è una maggior fedeltà alle stesse insegne, brand e prodotti. E’ importante, quindi, avere una comprensione più profonda dell’utente, non solo per quanto riguarda le sue abitudini, ma anche per le differenze di approccio mentre usufruisce dei diversi servizi a sua disposizione.

3. Partnership e collaborazioni: come fare rete con la grande distribuzione e quali linee seguire?

Il vero valore di un servizio marketplace come Supermercato24 sta esattamente nell’ecosistema che riesce a creare, e l’elemento più affascinante per noi è osservare come il valore aumenti con l’estendersi della rete, dando un risultato che è sempre maggiore della somma delle parti. I retailer ormai si sono dimostrati non solo disponibili, ma anche volenterosi di collaborare con noi e di scommettere nel progetto: la chiave è la fiducia che siamo stati capaci di generare, il rispetto di quanto promettiamo, e una visione di lungo periodo nella quale non ci limitiamo a portare la spesa a casa dei clienti, ma collaboriamo attivamente per rendere la partnership profittevole per entrambi, condividendo informazioni e insight che hanno un grande valore anche nell’offline.