News & Media

Misure preventive e analisi dei rischi per la gestione della supply chain in situazione di emergenza: il caso di Cortilia

Abbiamo incontrato Emna Neifar Chief Commercial Officer di Cortilia

Cortilia, l’innovativo e-commerce presente in Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna, che porta direttamente nelle case una spesa ricca di prodotti di qualità a filiera corta, ha apportato alcune modifiche al servizio per far fronte alla difficile situazione legata all’emergenza sanitaria Coronavirus. 

Emna Neifar

Abbiamo chiesto a Emna Neifar Chief Commercial Officer Cortilia, quali sono state le prime difficoltà incontrate con l'emergenza sanitaria:  “Fin dall'inizio dell'emergenza abbiamo preso atto delle indicazioni delle Autorità competenti e adottato tutte le misure necessarie per contenere il rischio di contagio: dallo smart working per il personale dell'ufficio, all’impiego dei DPI per la protezione del personale addetto al magazzino e al trasporto, sanificazione di strumenti e ambienti di lavoro e consegne "contactless".

Quali sono state le misure preventive prese per garantire il continuo approvvigionamento logistico?
In Cortilia stavamo già lavorando ad un forte incremento della capacità produttiva che era previsto in tempi più lunghi (12/18 mesi). Ora lo stiamo ulteriormente accelerando, collaborando con aziende che in questo momento sarebbero pressoché ferme (software di magazzino, hardware di magazzino, impianti elettrici per l'estensione del magazzino, etc.). Inoltre l'attività in magazzino è stata potenziata attraverso l'introduzione di nuovi collaboratori che diversamente sarebbero stati in cassa integrazione.
Abbiamo un modello logistico favorevole alla gestione della volatilità in tempi record: gestendo merce molto deperibile, il ciclo logistico era già corto con meno di 24 ore in 50% dei casi fra ordine e consegna fornitore.

Quali i rischi primari e secondari nella supply chain in situazioni di emergenza?
Il rischio più rilevante in questo momento è quello di dover rallentare o fermare l'attività in seguito alla diffusione del contagio presso le nostre persone. La tutela dei nostro collaboratori per noi è al primo posto, pertanto adottiamo tutte le misure necessarie per minimizzare questo rischio e assicurare la continuità del servizio.

Come mantenere le relazioni con i fornitori per garantire un rifornimento per i Cedi e incrementare i livelli di stock?
I nostri partner sono in prima linea con noi per continuare ad assicurare la disponibilità alimentare in tutte le zone. Lavoriamo con produttori attentamente selezionati che rispettano criteri di artigianalità, tracciabilità e sostenibilità, per questo un incremento della produzione può avvenire in maniera limitata.
Alcune hanno scelto di rallentare la produzione per consentire al personale di restare a casa, altre proseguono il lavoro come prima, con gli stessi problemi di prima.
Il clima di collaborazione con i nostri fornitori in questa fase si è ulteriormente rafforzato:  è aumentata la condivisione delle informazioni con loro e ove possibile sono stati adottati modelli di approvvigionamento che consentono loro di organizzare meglio il lavoro.
Inoltre abbiamo adottato l'assortimento concentrandoci solo sui prodotti indispensabili per mettere ai fornitori una focalizzazione maggiore e quindi efficienza nell'aumentare i volumi nella fase di produzione e trasporto.
Infine abbiamo rivisto la nostra esposizione al rischio e diversificato al massimo l'approvvigionamento per incrementare i volumi di prodotti molto richiesti (es. farine) o evitare la chiusura di qualche fornitore in caso di casi positivi o difficoltà di altri tipi.

Come potenziare l'e-commerce e garantire un'adeguata fornitura locale dei prodotti?
Abbiamo trasformato il servizio introducendo modifiche temporanee che ci hanno consentito di servire un maggior numero di clienti:
- semplificazione delle fasce orarie
- introduzione del limite massimo di 1 spesa ogni 7 giorni
- limite di spesa massimo di € 200 per ciascuna consegna
- abbiamo anticipato la chiusura degli ordini alle ore 21 per dare più tempo al magazzino di preparare tutte le spese.

Emna Neifer parteciperà in qualità di relatore al Free Webinar dell'11 maggio
Logistica Resiliente durante il Coronavirus Riders e Corrieri potenziano l'Home Delivery
Maggiori informazioni sul webinar cliccando qui